Cosa SPIRITLAND CITIES

Spiritland Cities é il tour delle opere interattive dell’artista Max Ciogli, la traslazione  di un  luogo ancestrale dove la nostra voce è colore, i nostri gesti sono note ed immagini. Un luogo dove tutti possono parlare la stessa lingua, dove anche persone ipovedenti o affette da ipoacusia possono incontrarsi in un unico mondo ed essere parte, allo stesso tempo, di un opera d’arte vivente.

Spiritland Cities e’ una società  dell’arte, un’impresa che s’incarna nelle macchine sinestetiche dell’artista Max Ciogli, realizzate tra Roma, Londra e Buenos Aires, che connettono i sensi in modo inusuale e che sono il fulcro di un’unica esperienza in connessione con la pittura.

Chi SPIRITLAND CITIES

Spiritland Cities è l’eccellenza italiana tra  Arte Studio TreSeiZero e  Abidotti Restauri e Servizi Artistici unite per vivere un esperienza unica dove  macchine di Max Ciogli diventano oggetto rivelatore di cortocircuiti sensoriali che sono anche il mezzo con il quale l’artista arriva alle sue opere. Il pennello con cui dipinge le sue fotografie sonore e plotter grafici. Macchine del suono in colore, macchine del movimento in note, macchine del movimento in colore animano e dipingono su grandi carte fotografiche questa esperienza sinestetica all’interno di una grande camera oscura.

 Dove e quando SPIRITLAND CITIES

  • A Monaco, l’esposizione di Max Ciogli tenutasi presso Gaudio Group , dal 24 al 28 aprile 2019, in coincidenza con Monaco Art Week,  è stata patrocinata dall’Ambasciata d’Italia nel Principato di Monaco
  • Ad Imperia  presso IIS G. Ruffini installazione interattiva e incontro didattico del 3 maggio 2019.
  • A Roma  presso ISSR Arte Studio Treseizero di Max Ciogli –  Inaugurazione nuova opera d’arte didattica interattiva pubblica, 12 ottobre 2019.

Le opere software, sviluppate a Buenos Aires grazie alla collaborazione del gruppo InTAD UNA, ed in particolare con il supporto di Anibal Zorrilla e Sergio Santoni del Grupo de Investigacion ELETROPunq, sono diventate il cuore pulsante delle macchine con cui  realizza installazioni interattive con una doppia funzionalità, che abbraccia anche la terapia e la didattica specializzata.

Esempio sono le installazioni realizzate a Londra presso la King’s Cross Academy e la Oak School Lodge dove, grazie all’appoggio della UCL Univesity College of London, il progetto ha ottenuto il suo riconoscimento in termini didattici

A Roma, presso l’Istituto Statale Sordi, sarà inaugurata a breve come tappa del tour la prima opera d’arte pubblica permanente aperta al pubblico e fruibile anche da persone con problemi cognitivi o difficoltà motorie.

AREA SPONSOR FULL

AREA SPONSOR LIGHT